Ogni volta che guardo un porno, sento questa vocina nella mia testa che mi dice di fare cose strane. Cose che normalmente non farei. Ma questo non mi impedisce di guardare i porno. Semplicemente devo guardarli e anche se provo a combattere questo bisogno, non ci riesco. Così incontro il tiranno del porno tutti i  giorni e lui mi obbliga a fare cose strane. Mi ordina di toccarmi con le dita bagnate, proprio come le ragazze dei video, e poi di mettermi le dita nella topa bagnata, ma poi gli ordini si fanno più esigenti e io devo obbedire. È il genere di voce a cui devi obbedire. Una volta ho visto un porno dove un tipo stava sputando sulla topa della donna perché fosse bagnata tutto il tempo, e la voce mi disse di andare a prendere un bicchiere di latte. Poi mi sdraiai sul sofà con le gambe molto alte e lentamente versai il latte nella mia vagina e lo spinsi a fondo con le dita. Per il mio compleanno mi disse di mettermi una torta nel culo e di strizzarci della crema di fragole. Andava bene, ma il mio compagno di lavoro arrivò e la voce mi disse di offrirgli la torta. Obbedii. Il porno era ancora acceso, quindi sapeva cosa stava succedendo ed era da tanto che voleva scoparmi, così ci buttammo sul pavimento del soggiorno. Vide che stavo guardando del porno mentre mi toccava (stavo sentendo degli ordini) e notò che la scena con il sesso anale era la mia preferita, quindi disse che mi avrebbe scopato nel culo. Il tiranno disse di no. Prima avrebbe dovuto mettermi altra torta nel culo e scoparmi. Gli disse cosa fare e pensai che lo avrebbe trovato strano, e invece ne era emozionatissimo. Prese un pezzo di torta e me lo spinse su nel culo, pezzo per pezzo, e poi mise dentro il pene. Mi afferrò i capelli, mi schiaffeggiò le natiche e mi chiamo la sua troia personale e mi scopò così forte che fece male. La voce disse che ero una brava ragazza e che avrei dovuto prendere il cazzo in bocca per sentire il sapore della torta mentre veniva. Lo feci e lui venne. Ingoiai e lui rise e mi disse che ero stata la migliore scopata che avesse mai avuto e che non voleva andarsene. Disse che sarebbe rimasto tutta la sera, perché voleva assaggiare lo champagne dal mio culo e voleva mettere la sua intera mano nella mia vagina e voleva che lo cavalcassi e pisciassi su di lui mentre lo facevamo. La voce nella mia testa mi disse cosa dire. Gli dissi che volevo mettergli la cintura attorno al collo, e poi avrei pisciato su di lui.

Se il vostro partner preme per fare qualcosa, parlateci. Se non smette, considerate l'idea di tagliare i legami. Vi meritate il rispetto. E questo significa che il sesso non dovrebbe essere il risultato di una manipolazione o coercizione. C'è questo mito sessista ed eteronormativa per il quale il sesso finisce quando il partner maschile eiacula nella vagina della sua partner. Basta con questa idea. Il video porno e sesso termina quando si decide che è il momento. Non esiste un momento giusto in cui dire ufficialmente che è finito o che bisogna smettere. Le regole le facciamo noi. Il sesso e video porno non deve finire con un orgasmo. Può finire in qualsiasi momento. E se non riuscite ad avere orgasmi ma vorreste, parlate con il vostro partner e provate a trovare un modo per affrontare la questione. Cosmopolitan presume che tutti i suoi lettori si identifichino nell'essere donne con partner ideale di sesso maschile.Ciò è ben lontano dalla realtà. Il sesso non ha niente a che vedere con l'orientamento sessuale video porno o l'identità di genere della persona con la quale ci troviamo. Il consenso deve essere presente perché vi sia del sesso. Altrimenti si tratta di stupro. Punto. Il consenso riguarda il rispetto, riguarda il desiderio reciproco e non ha niente a che fare con la coercizione o la disattenzione. Se il vostro partner vi rispetta, farà in modo di avere il vostro consenso. Semplice. Senza nessuna supposizione.E se rispettate il vostro partner, dovrete fare altrettanto. Il rispetto, in sé e per sé, rende grande il sesso.

In una stanza d'albergo in riva al mare, mia moglie e io abbiamo trovato una macchina fotografica – ovviamente gli ospiti prima di noi l’hanno dimenticata. Abbiamo voluto portarla al banco della reception, ma abbiamo prima deciso di dare un'occhiata alle foto presenti su questa. Eravamo curiosi – e molto sorpresi! La scheda conteneva alcuni video porno, ripresi nella nostra stanza. La coppia che l’ha usata prima di noi non ha avuto riserve e hanno girato durante i loro amplessi. I loro video porno erano abbastanza caldi. Sembrava semplicemente che avessero posizionato la macchina fotografica sul comodino, e, talvolta, l’avessero presa in mano, così abbiamo potuto vedere un primo piano di un cazzo spingere in una figa. E scopare nella stanza da bagno, mentre erano in piedi davanti allo specchio. È stato piuttosto impressionante. Così abbiamo guardato i video porno per alcuni giorni, prima di portarla al banco. Siamo diventati piuttosto caldi durante la visione e abbiamo fatto del grande sesso, grazie all'altra coppia. E la fotocamera dimenticata era anche una buona motivazione – abbiamo girato dei video porno, utilizzando un telefono. All'inizio eravamo un po' timidi e impacciati, così abbiamo cancellato la maggior parte delle riprese, ma poi abbiamo fatto un video migliore e sembrava davvero un porno amatoriale. Abbiamo solo dovuto capire che il posto migliore per scopare era la nostra piccola stanza sul balcone dell'hotel, perché c'era abbastanza luce – e il video catturato mentre scopavo mia moglie, il suo dolce culo si agitava e la sua figa era tutta bagnata dal piacere. Ma siamo stati più attenti – ci siamo assicurati di aver ripreso il nostro telefono (controllando più volte) prima di lasciare l'albergo, così i nostri video porno non avrebbero intrattenuto i prossimi ospiti.

Tuttavia, il concetto di video pornografia gratis così come è intesa oggi non esisteva fino all'avvento dell'epoca vittoriana. Ad esempio, il dipinto Impressionista francese di Édouard Manet intitolato Olimpia era una raffigurazione della nudità di una cortigiana francese, letteralmente un "disegno di una prostituta". Fu molto controverso all'epoca. La legislazione del XIX secolo alla fine mise fuori legge la pubblicazione, la vendita, e il traffico di alcuni scritti e immagini considerati video pornografia gratis e avrebbe ordinato la distruzione di merce destinata ai negozi o fondi di magazzino destinati alla vendita; tuttavia, il possesso privato e la visione (di alcune forme di pornografia) non ha costituito reato fino a tempi recenti. Quando scavi su larga scala a Pompei sono stati effettuati nel 1860, gran parte dell'arte video pornografia gratis erotica dei romani è venuta alla luce, scioccando i vittoriani che si consideravano gli eredi intellettuali dell'Impero Romano. Non sapevano cosa farsene di raffigurazioni franche della sessualità e hanno cercato di nasconderle a tutti, tranne che agli studiosi di classe superiore. Gli oggetti muovibili sono stati rinchiusi nel Museo Segreto di Napoli e quelli che non potevano essere rimossi erano coperti e transennati per non corrompere la sensibilità delle donne, dei bambini e delle classi lavoratrici. Fanny Hill (1748) è considerata "la prima prosa pornografica originale inglese, e il primo tipo di pornografia ad utilizzare la forma del romanzo."